Tra genio e follia i grandi della pittura

Una collana inedita che esamina i capolavori dal punto di vista artistico ed esplora la mente di chi li ha dipinti grazie all’analisi di autorevoli psichiatri e psicologi. 12 volumi monografici di pregio assoluto, con una ricca galleria di opere: perfetti per chi ama l’arte alla follia

Se l’espressione “genio e follia” rinvia a Cesare Lombroso, (…) il significato con cui la si impiegava allora era ben diverso da quello sotteso al titolo della presente collana. In Lombroso il binomio si fondava sulla convinzione che la follia è un’anomalia e la genialità il risultato di uno squilibrio. (…)

Accostare arte e follia significa quindi vedere il dolore di vivere come un phénomène humain che può condurre alle più alte espressioni della mente. (…) Attraverso i propri discepoli, che hanno dimostrato la capacita di creare bellezza e di appartenere all’arte, la follia ha acquisito la dimensione che oggi si può attribuirle e che le garantisce un posto dentro la storia.

Se l’espressione “genio e follia” rinvia a Cesare Lombroso – e infatti il titolo di una sua opera del 1864 – il significato con cui la si impiegava allora era ben diverso da quello sotteso al titolo della presente collana. In Lombroso il binomio si fondava sulla convinzione che la follia è un’anomalia e la genialità il risultato di uno squilibrio. Una concezione che semmai cercava di togliere dal genio il sublime, e la sacralità, per inserirvi il daimon, sempre contrario all’equilibrio. (…)

Accostare arte e follia significa quindi vedere il dolore di vivere come un phénomène humain che può condurre alle più alte espressioni della mente. (…)
Attraverso i propri discepoli, che hanno dimostrato la capacita di creare bellezza e di appartenere all’arte, la follia ha acquisito la dimensione che oggi si può attribuirle e che le garantisce un posto dentro la storia. Mentre in un passato non cosi lontano era stata ridotta solo a difetto, a negativo, come mancanza delle caratteristiche e dei principi che definiscono l’umano.

di VITTORINO ANDREOLI

Karl Jaspers (…) ha messo in luce come nei disturbi mentali “la psiche si dischiudesse” per lasciar apparire nuove forze. (…) Come se le condizioni generate dal disturbo mentale permettessero una liberazione di spinte creative che altrimenti non si sarebbero dispiegate.

Vittorino Andreoli

La camera di Vincent ad Arles
La camera di Vincent ad Arles Musee d'Orsay / Bridgeman Images
I colori devono evocare sentimenti, esprimere l’interiorità dell’artista: quelli di Vincent sono gli autoritratti della modernità, non più celebrazione di identità sicure, ma fine delle certezze, al di là di vissuti ed esperienze soggettive.

Giorgio Bedoni

Autoritratto dedicato a Paul Gauguin
Autoritratto dedicato a Paul Gauguin Harvard Art Museums / Bridgeman Images
È plausibile ritenere che il pittore possa aver individuato un modo per confessare la sua colpa, lo spargimento di sangue che lo tormentava e, insieme, proclamare il desiderio di espiazione identificandosi nel sacrificio del santo protettore Giovanni Battista.

Marco Garzonio

Decollazione di san Giovanni Battista
Decollazione di san Giovanni Battista - Caravaggio Bencini / Bridgeman Images
È interessante la sua comprensione intuitiva di avere bisogno di una modalità riflessiva per avventurarsi nell’ignoto, di desiderare un interlocutore, sia pure silente, nel momento in cui davanti alla tela si affronta l’“enigma” della creazione artistica.

Laura Migliarese Andreoli

L'urlo – Munch
L'urlo – Munch Bridgeman Images
Per tutto il Medioevo il folle era un indemoniato, un posseduto persino da centurie di demoni, che impedivano l’estrinsecarsi delle qualità umane. Di conseguenza, nel migliore dei casi il folle aveva comportamenti incomprensibili, nel peggiore addirittura satanici.

Vittorino Andreoli

La dama dall'ermellino – Da Vinci
La dama dall'ermellino – Da Vinci Bridgeman Images
Il fenomeno dei folli di genio nel campo della pittura acquista nel tempo una dimensione sempre più interessante, e in alcuni ospedali psichiatrici nascono atelier di pittura.

Vittorino Andreoli

L'abbraccio – Schiele
L'abbraccio – Schiele Bridgeman Images

Tra genio e follia

Vincent Van Gogh
  • Tra genio e follia
  • Tra genio e follia
  • Tra genio e follia
  • Tra genio e follia
  • Tra genio e follia
  • Tra genio e follia
  • Tra genio e follia
  • Tra genio e follia
  • Tra genio e follia
  • Tra genio e follia
  • Tra genio e follia
  • Tra genio e follia
Scopri tutto il piano dell’opera