Un secolo e mezzo è lungo, lunghissimo da raccontare giorno per giorno, pagina per pagina. Fatti piccoli e grandi, vita di quartiere e Guerre mondiali, prime teatrali e cervelli in fuga, storie di solidarietà e aberranti ingiustizie, buona e cattiva amministrazione, proteste e iniziative dei cittadini. Politica, economia, cultura, società e tanta, tanta umanità: insomma, tutto ciò che costituisce l'anima e l'ossatura di un territorio. Anno dopo anno abbiamo scritto milioni di parole e caratteri tipografici, prima composti a mano e stampati in tipografie piene di piombo e inchiostro, ora a partire da lastre virtuali che si trasformano, ieri come oggi, in pagine che viaggiano a bordo di furgoni e raggiungono le edicole sparse per gli oltre 2.900 chilometri quadrati che compongono una provincia fatta di 186 Comuni e sulla rete, potenzialmente arrivando a chiunque, nel mondo, abbia lasciato un pezzettino di cuore in provincia di Pavia.

Viaggio nel cuore del giornale, una storia che si rinnova ogni giorno

Dal 1870 all'innovazione digitale: la Provincia Pavese apre le sue porte per raccontare le origini e il lavoro di ogni giorno in redazione

“Siamo sempre usciti dal 1870, ce la faremo anche questa volta”, diceva un caposervizio della cronaca di Pavia quando sembrava proprio che non saremmo riusciti a mandare in stampa il giornale in tempo per arrivare puntuale in edicola. E, in effetti, La provincia rinasce ogni giorno da 150 anni.

“Questo giornale, con la sua massa di parole, è stato prodotto in una quindicina di ore da un gruppo di esseri umani non infallibili, che cercano di scoprire cosa è successo nel mondo da persone che a volte sono riluttanti a parlare, e altre volte oppongono un deciso ostruzionismo”. Lo scriveva David Randall ne Il giornalista quasi perfetto, e vale anche per La Provincia pavese, che, ogni giorno riparte da zero, prendendo forma poco a poco durante la giornata, grazie al lavoro dei giornalisti, alle segnalazioni dei cittadini, al confronto, alle scelte.

Leggi l'editoriale del direttore

I grandi fatti della cronaca sulla Provincia Pavese

Le notizie raccontate nel passato sulle pagine del quotidiano rivivono nel ricordo dei protagonisti e dei giornalisti

Noi Provincia Pavese, mettiamoci la faccia

Un giornale non esiste senza i suoi lettori, e una comunità non è la stessa senza un quotidiano che la racconti. Così abbiamo messo in prima pagina, sul numero speciale dei 150 anni questa nostra community, Noi Provincia Pavese, fatta di giornalisti e lettori. Perché insieme vogliamo proseguire questo lungo viaggio, per i prossimi 150 anni almeno. Noi continuando a raccontare, a denunciare, a cercare soluzioni. Con voi al nostro fianco, occhi in più per vedere meglio il nostro territorio, pungolo e sostegno nel nostro lavoro quotidiano.