Viaggio in Alaska con i tester di Fay Archive

Alexandra comandante
di una nave rompighiaccio

diIlenia Carlesimo

I l suo lavoro è anche il suo hobby, perché la manutenzione di una barca richiede tempo. E il suo lavoro la mette ogni giorno di fronte a uno dei problemi più gravi del nostro tempo: il cambiamento climatico che sta sconvolgendo il normale equilibrio della natura. Lei è Alexandra Won Wichman, uno dei tester di Fay Archive, il progetto con cui il marchio del gruppo Tod's batte le zone più remote del mondo per far testare sul campo, a lavoratori autentici, le sue celebri giacche 4ganci.

Alexandra Won Wichman è originaria dell'Alaska ed è capitano di una nave rompighiaccio

Alexandra, originaria dell'Alaska, è la comandante della nave Babkin: un rompighiaccio che si muove all’interno del Prince William Sound, uno specchio di mare stretto tra le impervie montagne che si affacciano sul golfo dell’Alaska e le acque antistanti che lo separano dall’oceano Pacifico.

«In genere accompagna spedizioni scientifiche e ricercatori che vogliono approfondire il tema ambientale», racconta Michele Lupi, responsabile dei progetti speciali del gruppo Tod's e anima dell'iniziativa insieme al fotografo inglese James Mollison. «D’estate, quando il clima lo permette ed è libera da spedizioni, fa la stessa cosa anche con i turisti che chiedono di esplorare la zona».

Ad aiutarla c’è una ragazza inglese che si è trasferita lì proprio per lavorare sul rompighiaccio: un equipaggio al femminile che si occupa di tutto, anche della manutenzione. Non è di certo un lavoro semplice il loro.

Così come non è facile assistere a ciò che sta accadendo al paesaggio. «Quando io e James siamo usciti in barca con lei», racconta Lupi ripercorrendo i giorni trascorsi con Alexandra, «ad un certo punto siamo arrivati di fronte a un maestoso ghiacciaio che si tuffa nel mare e lì Alexandra ci ha raccontato come l'ha visto cambiare negli ultimi cinque anni. Un tempo era molto più imponente di oggi e lo strato di neve che serviva a rigenerare il ghiaccio ora non c'è più. Una catastrofe ambientale, l'ha definita».

Ogni giorno Alexandra accompagna spedizioni scientifiche e ricercatori che studiano l'ambiente

Negli ultimi cinque anni la recessione dei ghiacciai è stata davvero una catastrofe ambientale

Quando non è sulla sua nave rompighiaccio, Alexandra è a Whittier, il piccolo centro dove abita. Una cittadina raggiungibile solo percorrendo in macchina una galleria lunga circa 5 chilometri.

Lì tutti lavorano nell'ambito di pesca, commercio e spedizioni scientifiche e tutti (o quasi) vivono sotto lo stesso tetto.

Il podcast

Michele Lupi e James Mollison incontrano Alexandra Won Wichman, capitana di una nave rompighiaccio ormeggiata nello Stretto di Prince William, in Alaska. Il suo equipaggio, composto interamente di donne, accompagna i ricercatori e le associazioni ambientaliste tra i ghiacciai per lo studio del clima e della fauna locale. Nei suoi viaggi in mare ha incontrato ogni tipo di animale, dai leoni marini alle lontre, dall’orso nero alle orche: una natura selvaggia e da proteggere a ogni costo.

«Quello di un enorme palazzo moderno che ospita la maggior parte degli abitanti del posto», racconta Lupi. È una comunità che è come una grande famiglia. Una comunità che, proprio come Alexandra, che ne fa parte, è orgogliosa di vivere in quel luogo difficile e remoto dove la natura ha un'imponenza per molti inimmaginabile.