la Repubblica.it Gli sdraiati
Gioca
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10

Come digiti sullo lo smartphone?

  • Con l’indice
  • Con entrambi i pollici
  • Con un pollice

Sei uno sdraiato!

Sei un perfezionista della negligenza. La tua maestria nell'assecondare il disordine del mondo sta in un minimo, impercettibile scarto tra il "fatto" e il "non fatto". Anche quando basterebbe un nonnulla per chiudere il cerchio, tu lo lasci aperto. Sei il consumista perfetto: bruci più di quanto ti scalda, mangi più di quanto ti nutri, illumini più di quanto puoi vedere, fumi più di quanto puoi fumare, compri più di quanto ti soddisfi. Nessuna ora per te si avvicina o si allontana. Né l'ora sociale - quella degli orologi - né l'ora naturale - l'alternarsi di luce e buio - influiscono sull'andamento della tua vita

Sei un tipo in piedi!

Nel tuo cuore convivono due anime: la smania protettiva della Madre, le pretese di rettitudine del Padre. Basta che la persona a cui vuoi bene non risponda al telefono affinché tu vada in ansia. Ogni sirena di ambulanza, ogni riverbero luttuoso dei notiziari scoperchia la scatola delle tue paure. Odi concedere al sonno il tempo che ti urge per vivere. Stai imparando a relegare tra i tuoi vizi, non più tra le tue colpe, le preoccupazioni che ti creano disagio. Hai difficoltà a stabilire nessi con gli “sdraiati” e non comprendi se questo muro invisibile sia la semplice riedizione dell’eterno conflitto tra genitori e figli, oppure qualcosa di inedito, qualcosa di irrimediabilmente diverso, stia separando per sempre i pensieri delle ultime leve dell’umanità da tutto ciò che li ha preceduti.

Sei un tipo seduto!

Cerchi di essere fedele ai tuoi principii, ai valori di un tempo che ti hanno trasmesso i tuoi nonni, ma al tempo stesso sei aperto alle possibilità che le nuove tecnologie ti offrono, dagli smartphone al computer di casa rigorosamente in salotto, lontano dal letto. Conservi i tuoi spazi ma comprendi anche quelli dei giovani di oggi, la generazione che si è allungata orizzontalmente nel mondo, fra orgogliose impennate di relativismo etico e burrasche psichiche, che tuttavia non ti sono del tutto estranee. A volte pensi, seduto nelle tue rassicuranti comodità, di non vivere pienamente la tua vita, che potrebbe essere più avventurosa e libera, eppure hai un dono prezioso: dalla tua posizione riesci a vedere cose che gli “eretti” non vedono più.

Congratulazioni, sei multigenerazionale!

Anche al di là dell'età, sei più unico che raro! Sai orientarti tra burrasche psichiche e orgogliose impennate di relativismo etico, conosci il tuo posto nel mondo e quello dei figli adolescenti, dei figli già ragazzi. Certo, pensi che un mondo dove i vecchi lavorano e i giovani dormono, prima non si era mai visto, ma sai bene che ognuno ha i suoi tempi e che anche il silenzio fa rumore quando è il cuore a parlare. C'è chi sogna solo di notte ma tu riesci a sognare anche di giorno.

Gioca ancora